HomeBlogGuide pratiche autoOttenere la patente di guida in Italia: procedure e requisiti
03 gennaio 2023

Ottenere la patente di guida in Italia: procedure e requisiti

La patente di guida è un’autorizzazione amministrativa necessaria per condurre tutti i veicoli a motore, ad esclusione di quelli a trazione animale, circolanti su strade pubbliche. Per ottenere la patente di guida è necessario aver raggiunto un’età minima, superare degli esami sia teorici sia pratici di idoneità ed essere in possesso di determinati requisiti fisici e psichici.

Mentre in passato la patente di guida corrispondeva ad una carta realizzata in policarbonato in formato tessera, da quest’anno il documento è rilasciato in formato digitale, disponibile all’interno dell’App IO da scaricare sul proprio smartphone. Questo documento, riconosciuto in tutti i Paesi dell’Unione Europea, semplifica gli accertamenti da parte degli agenti ed è più comodo per tutti i possessori, in quanto non dovranno più avere un documento cartaceo all’interno del proprio portafoglio.

La patente di guida con il formato utilizzato sino ad ora, contiene sulla facciata anteriore i seguenti dati che saranno riportati anche sul formato digitale:

  • Cognome e Nome

  • Data e luogo di nascita

  • Data di rilascio e di scadenza della patente

  • Ufficio competente che ha rilasciato il documento con relativo codice

  • Numero della patente

  • Foto e firma del conducente

  • Categoria della patente

La facciata posteriore, invece, riporta:

  • Data di primo rilascio della patente

  • Data di scadenza

  • Annotazioni e restrizioni

A quale età puoi ottenere la patente di guida?

Per conoscere l’età da raggiungere per prendere la patente di guida è necessario considerare la categoria della patente legata alla tipologia di mezzo che si vuole condurre. Le categorie di patenti sono 15 e sono le stesse in tutta l’Unione Europea, raggruppabili in quattro gruppi principali (A, B, C, D). Anche a parità di categorie l’età minima può cambiare a seconda delle caratteristiche del veicolo o del numero di passeggeri.

Per quanto riguarda la patente più diffusa, ovvero quella di categoria B che consente la guida di autoveicoli fino a 3.500 kg e con 8+1 posti a sedere, il limite di età è 18 anni, limite che può scendere a 17 solo in alcuni e specifici casi. Ma procediamo per gradi, ecco in sintesi le diverse categorie e il limite d’età necessario al loro ottenimento.

Patente A

La patente A è necessaria per guidare tutte le tipologie di motocicli e, a sua volta si suddivide in tre categorie: patente A1 per i motocicli fino a cc125, conseguibile dai 16 anni d’età; patente A2 per moto fino a 35kW, conseguibile dai 18 anni d’età; patente A che abilita alla guida di tutte le moto e si consegue dai 24 anni o, in alternativa, dai 20 anni se si è in possesso della patente A2 da almeno 2 anni.

Patente B

La patente B è quella più diffusa e conosciuta, in quanto consente di guidare le automobili più comuni oltre ai motoveicoli, macchine agricole, operatrici o mezzi adibiti al servizio di emergenza. Questa patente si può ottenere al raggiungimento del diciottesimo anno di età, previo superamento di un apposito esame (vedi paragrafo successivo). L’intervallo temporale per il rinnovo della patente B varia a seconda dell’età.

Patente C

La patente C è quella categoria di patente che abilita alla guida dei camion, nel caso di trasporto professionale sarà necessario integrarla con la patente CQC merci. L’età minima per il conseguimento della patente C è 21 anni, limite che scende a 18 anni nel caso si sostenga l’esame per la patente CQC.

Patente D

La patente D consente la guida di autoveicolo per trasporto di persone con un numero di posti superiori a 9. Simile a questa c’è la patente D1 che permetta la guida di autobus con dimensioni limitate, fra le 8 e le 16 persone. Se per il conseguimento della patente D1 occorre aver raggiunto i 21 anni di età, per la patente D l’età minima è 24 anni.

Nei Paesi della UE e in alcuni Stati extra-comunitari (ad esempio la Svizzera) la patente italiana viene comunque riconosciuta. Al contrario, nei Paesi Extra Ue per condurre un veicolo è necessario disporre della patente internazionale, ossia una traduzione giurata ed ufficiale del documento italiano. Per ottenere la patente di guida internazionale è necessario rivolgersi agli Uffici della Motorizzazione Civile con la consapevolezza che i tempi di rilascio variano dai 10 e 15 giorni lavorativi.

Requisiti per ottenere la patente di guida in Italia

Per ottenere la patente di guida è necessario, innanzitutto, certificare la propria idoneità relativa all’età e al proprio stato psicofisico attraverso un certificato anamnestico firmato dal medico di famiglia. In un secondo momento, occorrerà dimostrare le proprie competenze tecniche attraverso un esame teorico e un esame pratico. Prima di ciò bisogna recarsi presso gli Uffici della Motorizzazione Civile, presentando la seguente documentazione da aggiungere al certificato anamnestico prima citato:

  • Certificato rilasciato dalla ASL con annessa marca da bollo di 16€

  • Modulo TT2112 compilato

  • Ricevuta di pagamento di due bollettini di 16€ sul C.C. 4028 e un bollettino da 26,40€ sul C.C. 9001

  • Documento di identità originale e 2 fotocopie di esso

  • Codice fiscale e due fotocopie di esso

  • Eventuali altri patenti delle quali si e in possesso + 2 fotocopie

  • 2 fototessere

Dopo aver espletato questa pratica burocratica si procede con le due prove, prima quella teorica e in seguito quella pratica. Ecco l’iter da seguire:

  • Presentare la domanda di ottenimento della patente, in seguito alla quale viene rilasciata una marca operativa valida 6 mesi;

  • Superare l’esame di teoria entro 6 mesi di tempo dal rilascio della marca operativa, con due prove a disposizione;

  • Rilascio del foglio rosa successivo al superamento dell’esame teorico. Grazie a questo documento il candidato può esercitarsi alla guida, accompagnato da una persona che abbia ottenuto la patente da almeno 10 anni e apponendo sulla vettura la lettera P, per avvisare gli altri automobilisti che si trovano nei pressi della vettura;

  • Accedere all’esame di guida pratica dopo almeno un mese dal rilascio del foglio rosa, anche in questo caso il candidato ha due tentativi a disposizione per il superamento dell’esame. In caso contrario il candidato dovrà richiedere nuovamente il foglio rosa.

In seguito al superamento dell’esame di pratica, la patente viene rilasciata immediatamente. In questo articolo trovi i nostri consigli utili per superare gli esami di guida nel modo più semplice possibile.

Rinnovo della patente di guida

La legislazione italiana prevede un rinnovo della patente di guida diverso a seconda della categoria della patente. Nello specifico, per la patente B il rinnovo deve essere fatto ogni 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età. Il tempo tra un rinnovo e un altro si abbassa a 5 anni per chi ha un’età compresa fra i 50 e i 70 anni.

Per fare il rinnovo della patente occorre fare una visita presso la ASL, la Motorizzazione Civile o presso un’autoscuola. Il prezzo totale del rinnovo varia dai 100€ ai 130€ comprensivo di: marca da bollo (16€), diritti della Motorizzazione (10,20€), spedizione della patente (6,8€), visita medica (60€-90€).


💡 Ti potrebbero interessare anche…

Se controlli prima dell'acquisto, ti risparmierai brutte sorprese.

Controlla la targa o il telaio senza impegno:
Visualizza un esempio di report CARFAX