HomeBlogGuide pratiche autoImmatricolazione auto: procedura, costi e documenti
08 dicembre 2022

Immatricolazione auto: procedura, costi e documenti

L’immatricolazione di un’auto è una procedura indispensabile e obbligatoria per poter circolare su strada. Attraverso questa procedura, infatti, potrai entrare in possesso del documento e della targa di circolazione della tua auto. In genere, per le auto nuove è il venditore dell’auto ad occuparsi dell’immatricolazione, viceversa spetterà al nuovo proprietario svolgere tutte le pratiche. Se in passato i tempi per immatricolare l'auto erano piuttosto lunghi, dal 1° giugno 2020 si sono ridotti sensibilmente, grazie all’obbligo di effettuare tutte le pratiche di immatricolazione per via telematica. Ma procediamo per gradi. Dopo aver acquistato un’auto, riceverai un permesso di circolazione provvisorio della durata di 30 giorni. Nell’arco di questo tempo dovrai sbrigare tutte le pratiche utili al rilascio dei documenti definitivi e, quindi, effettuare le registrazioni che vedremo in seguito. Se una domanda è presentata in modo corretto, i tempi di immatricolazione di un’auto nuova in pronta consegna vanno dai 3 ai 4 giorni lavorativi.

Chi non effettua la procedura di immatricolazione dell’auto, rischia multe piuttosto alte ed il sequestro della vettura.

Come funziona l’immatricolazione di un’auto

Per immatricolare l’auto è possibile adempiere alle pratiche burocratiche personalmente o servirsi di un’agenzia di pratiche auto abilitata STA (Sportello telematico dell’automobilista).

Il primo step consiste nella presentazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile della richiesta di immatricolazione, attraverso la consegna dei documenti dell’intestatario dell’auto e della vettura stessa. I documenti da presentare sono:

  • Codice fiscale

  • Carta di identità in corso di validità

  • Autocertificazione di residenza

Successivamente occorrerà fare una seconda registrazione presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Solo dopo questi passaggi, in quanto proprietario dell’auto, entrerai in possesso del libretto di circolazione e della targa di circolazione.

Immatricolare un’auto nuova

Quando si acquista un’auto nuova è la concessionaria stessa che si occupa dell’immatricolazione, dopo aver effettuato tutte le verifiche riguardanti il pagamento del costo dell’auto o il finanziamento richiesto.

Se, come accennato in precedenza, per le auto in pronta consegna i tempi di immatricolazione sono piuttosto brevi, per le auto non in pronta consegna il periodo per l’immatricolazione potrebbe prolungarsi fino a 45 giorni.

Per immatricolare un’auto nuova occorre che la targa sia fisicamente stampata, al fine di poter procedere con la stipula dell’assicurazione dell’auto. Qualora non sia il concessionario ma direttamente il proprietario il soggetto che si occuperà dell’immatricolazione, questi avrà 60 giorni di tempo per procedere con l’iscrizione al PRA, attraverso la compilazione dell’apposito modulo.

Immatricolazione auto estera

Nel caso di un’auto acquistata all’estero, nuova o usata che sia (è ritenuta nuova ogni auto che abbia un chilometraggio inferiore ai 6mila chilometri e meno di 6 mesi di età), è importante immatricolare l’auto presso la Motorizzazione Civile, per poi procedere con l’iscrizione del veicolo al PRA.

Prendendo ad esempio l’immatricolazione di un’auto tedesca, qualora si scelga di fare tutto autonomamente, sarà necessario prima rivolgersi alla Motorizzazione Civile, richiedere la verifica dell’idoneità della documentazione tecnica e la conferma che tutti gli oneri fiscali siano stati assolti. In caso contrario è possibile rivolgersi ad un’agenzia specializzata, fornendo i seguenti documenti:

  • Copia del documento di identità

  • Modelli NP2C e NPSD da reperire online o rivolgendosi agli STA

  • Atto di vendita in bollo redatto dal notaio

  • Dichiarazione sostitutiva della certificazione di residenza

  • Certificato di conformità del veicolo

  • Modello TT2119

Inoltre, per immatricolare un’auto estera, sarà importante dimostrare di essere in regola con l’IVA, facendo le dovute distinzioni a seconda della tipologia di auto:

  • Se si tratta di un’auto nuova dovrai pagare l’IVA in Italia e nel Paese nel quale di provenienza (quest’ultima verrà rimborsata in un secondo momento).

  • Nel caso di un’auto usata comprata da un privato, invece, non sarà necessario pagare l’IVA in Italia.

  • Infine, qualora l’acquisto sia stato fatto presso un concessionario, dovrai pagare l’IVA sull’aliquota locale del Paese dal quale proviene l’auto.

Immatricolazione auto usata o d’epoca

Per l’immatricolazione di un’auto usata occorre coinvolgere gli uffici fin qui citati, ossia la Motorizzazione Civile ed il PRA (Pubblico Registro Automobilistico), con le modalità descritte.

Inoltre, è importante che gli acquirenti comunichino il passaggio di proprietà entro 60 giorni, tempo limite per evitare cospicue sanzioni.

Nel caso di auto d’epoca la reimmatricolazione è obbligatoria, poiché queste ultime devono comunque rispettare la normativa vigente in termini di emissioni. Procedere con attenzione all’immatricolazione di un’auto usata è anche compito dei venditori, chiamati a verificare la trascrizione del passaggio di proprietà, al fine di non essere responsabili di eventuali danni, multe e tasse. L’immatricolazione di un’auto usata è la fase successiva al suo acquisto, dai un’occhiata a tutto ciò che devi sapere a riguardo, tra procedure ed incentivi, nel nostro articolo.

Quanto costa immatricolare un’auto

Per calcolare il costo di immatricolazione auto bisogna far fronte alle seguenti voci di spesa:

  • Costi amministrativi: 32€ imposta di bollo per iscrizione al PRA, 32€ imposta di bollo per rilascio Carta di Circolazione, 10,20€ diritti per la Motorizzazione, 27€ emolumenti ACI

  • Acquisto delle targhe: 41,78€

  • IPT (imposta di trascrizione) incassata dall’ACI e variabile a seconda della provincia di residenza e tipologia di veicolo, con aumento fino al 30% rispetto all’importo base stabilito dalla legge (150,81€ per auto fino a 53kW e 3,5119 €/kW per quelle di potenza superiore).


💡 Ti potrebbero interessare anche…

Se controlli prima dell'acquisto, ti risparmierai brutte sorprese.

Controlla la targa o il telaio senza impegno:
Visualizza un esempio di report CARFAX