HomeBlogAcquisto e venditaTruffe di auto usate - Attenzione a queste truffe
18 novembre 2022

Truffe di auto usate - Attenzione a queste truffe

Un'auto di seconda mano può essere acquistata da un concessionario o da un privato. La prima opzione offre alcune garanzie sulla sicurezza del processo di acquisto, mentre la seconda richiede una maggiore attenzione da parte dell'acquirente per evitare truffe o frodi. In ogni caso, in entrambe le situazioni è sempre consigliabile controllare il veicolo scelto e la documentazione per evitare problemi futuri.

Tavola Periodica per l’acquisto di un’auto usata

Tutto quello che devi sapere sull’acquisto di un’auto usata

Scarica ora

Le truffe più comuni nell'acquisto di un'auto

Come acquirenti, possiamo imbatterci in diversi tentativi di truffa nel mercato delle auto usate. Purtroppo, con l'avanzare delle nuove tecnologie e della vendita online, sono cresciuti a dismisura nuovi tipi di truffe automobilistiche online oltre a quelli già noti, come la truffa del contachilometri. Può darsi che l'annuncio che ha attirato la nostra attenzione su un sito web di auto usate non rifletta il veicolo per come si presenta realmente.

Queste sono alcune delle truffe più comuni nelle quali gli acquirenti possono imbattersi durante il processo di acquisto di un'auto usata:

  • La truffa del contachilometri: Questa truffa dell'acquisto di un'auto è una delle più antiche. Consiste nel manipolare il contachilometri in modo che mostri una cifra inferiore a quella reale, mettendo a rischio l'automobilista e facendogli pagare l’auto più del dovuto.

  • La truffa nigeriana: non è un fenomeno esclusivo di questo mercato, ma la truffa nigeriana ha creato molto scompiglio. In breve, il truffatore contatta il venditore dell'auto, che è interessato ad acquistarla, promettegli di effettuare il bonifico del prezzo dell'auto. In seguito, sostiene che la banca addebita una commissione per il trasferimento di denaro all'estero e chiede al venditore di pagare la metà di questa commissione, inviandogli persino copie dei documenti per tranquillizzarlo. Alla fine, dopo che il venditore avrà pagato la sua quota, questi non riceverà più il denaro corrispondente al prezzo del veicolo.

  • Problemi con la documentazione: questa truffa nell'acquisto di un'auto può essere facilmente individuata, basta assicurarsi che le informazioni fornite dal venditore corrispondano alla documentazione. Ad esempio, il libretto di manutenzione potrebbe essere stato alterato, quindi compreremo un'auto che non è stata controllata in modo corretto; oppure il VIN potrebbe non essere quello corrispondente. In quest’ultimo caso, potrebbe trattarsi di un'auto rubata, che in futuro sarà sicuramente fonte di molti problemi.

  • Auto inesistenti: questa è una delle truffe online più comuni. Il venditore mette un annuncio con foto e l'acquirente, convinto, paga una caparra o effettua il bonifico. In realtà si tratta di un annuncio falso e il veicolo è inesistente.

  • Difetti nascosti: si tratta di una delle truffe più comuni nell'acquisto di un'auto. Il venditore cerca di nascondere gravi difetti o guasti che, oltre a mettere in pericolo l'acquirente, faranno spendere a questo molti soldi.

Come si può essere truffati quando si vende un'auto?

Anche se di solito sono i venditori a truffare gli acquirenti durante l'acquisto di un'auto, anche il vero proprietario del veicolo può essere truffato da falsi acquirenti. Il loro modus operandi è molto semplice: manifestano l'intenzione di acquistare l'auto e finiscono per rubare l’identità del venditore, chiedendo i suoi dati o prelevando denaro dal suo conto bancario.

La più nota truffa di vendita di auto più diffusa è Bizum, uno strumento di trasferimento di denaro utilizzato dalla maggior parte delle persone. Tramite Bizum o strumenti simili, il presunto acquirente finge di inviare una somma di denaro come caparra, ma, se non siamo attenti e accettiamo, è possibile che ci abbia inviato una richiesta di denaro. Una volta ricevuto il nostro denaro, il truffatore scompare e non lascia più tracce di sé.

Come riconoscere le truffe nell'acquisto di un'auto usata

Il passaggio più importante per individuare una truffa durante l'acquisto di un'auto di seconda mano è controllare che la documentazione del veicolo sia corretta e assicurarsi che sia nelle condizioni descritte nell'annuncio.

A tal proposito, sarà importante fare un giro di prova dell'auto, per verificare che non produca strani rumori o presenti dei malfunzionamenti durante il viaggio. È consigliabile chiedere l'aiuto di un esperto o di un meccanico per controllare il motore e dare un'occhiata sotto il cofano. Se il veicolo presenta pneumatici o ammortizzatori usurati, ma il contachilometri segna una cifra molto bassa, sarà il caso di insospettirsi.

Per quanto riguarda la documentazione, controlla il libretto di manutenzione con le registrazioni e verifica, ad esempio, se i dati sul telaio corrispondono a quelli del veicolo. Non è una cattiva idea chiedere un report del veicolo per verificarne la storia e vedere se c’è qualche dato non corrispondente.

Come evitare di essere truffati quando si acquista un'auto

La prima cosa da fare è assicurarsi dell'affidabilità del venditore. Se si tratta di un'azienda, possiamo leggere le recensioni online o verificare se il servizio clienti è buono. Se si tratta di un venditore privato, possiamo prestare attenzione ad altri requisiti come, ad esempio, un prezzo troppo basso da farci pensare a un vero affare o, ancora, se il venditore non intende fornirci delle foto, farci fare un test drive del veicolo, se chiede pagamenti o garanzie molto frettolosamente o con molta insistenza.

Ovviamente, dovremo controllare l'auto da cima a fondo o chiedere, se necessario, fotografie dettagliate o, addirittura, filmati per accertarci delle condizioni dell'auto. La buona notizia è che ora, con un contratto di vendita, in seguito alla modifica della legge sulle garanzie per i beni di seconda mano, sarà il venditore a essere responsabile di eventuali riparazioni del veicolo durante il primo anno successivo all'acquisto, a patto che i danni non siano stati causati dal nuovo acquirente.

Per una maggiore sicurezza, è consigliabile richiedere un report dell' auto usata, come quello fornito da CARFAX, e controllare tutti i dati disponibili sul veicolo che stai per acquistare.

Tavola Periodica per l’acquisto di un’auto usata

Tutto quello che devi sapere sull’acquisto di un’auto usata

Scarica ora

Cosa fare quando si viene truffati con l’acquisto di un'auto usata

Se la truffa è legata a difetti nascosti o a guasti post-vendita, sarà facile recarsi presso l’Associazione Difesa dei Consumatori, presentare la documentazione e richiedere la riparazione del danno. Questa legge si applica anche quando c'è un contratto di vendita di veicoli usati tra privati, non riguarda solo i concessionari. È anche possibile rivolgersi ad associazioni come ALTROCONSUMO, per avere un aiuto durante la pratica di richiesta di un risarcimento.

Quando il problema della truffa riguarda pagamenti a venditori con auto inesistenti o problemi simili, la cosa più importante è sempre quella di recarsi all’Ufficio di Polizia più vicino per sporgere denuncia per truffa relativa alla vendita dell'auto e di parlare con la banca nella quale abbiamo il conto intestato, per informare entrambi gli enti di quanto accaduto e cercare soluzioni adeguate. In questa circostanza, dobbiamo essere consapevoli che non sempre sarà possibile recuperare il denaro.


💡 Ti potrebbero interessare anche…

Se controlli prima dell'acquisto, ti risparmierai brutte sorprese.

Controlla la targa o il telaio senza impegno:
Visualizza un esempio di report CARFAX