Accedi
  • Italiano
  • Accedi
HomeBlogFrodi e truffeSalvage Title: acquista senza incidenti
10 febbraio 2021

Salvage Title: acquista senza incidenti

L’offerta sulle piattaforme per auto usate degli Stati Uniti è troppo bella per essere vera. L’acquisto sembra un vero affare, nonostante i costi di trasporto. Tuttavia, leggendo l’annuncio con attenzione, compare il termine “Salvage Title”. Ciò dovrebbe far suonare un campanello d’allarme.

Il “Salvage Title” negli Stati Uniti è un indizio che l’auto ha subìto danni considerevoli. Un meccanico per hobby, tecnicamente esperto, potrebbe comunque trasformare un veicolo acquistato a basso prezzo, in un gioiello con poche piccole riparazioni. Secondo il broker statunitense delle auto usate Edmunds, i prezzi sono fino al 40% inferiori rispetto agli attuali prezzi di mercato.

Prima di fare i salti di gioia, tuttavia, è necessario sapere esattamente perché il veicolo porta la dicitura “Salvage Title”. Tale avviso viene imposto nella maggior parte degli Stati americani quando si tratta di un veicolo coinvolto in un incidente e che ha subito un danno del 75-90%. In Europa, l’equivalente è il danno totale.

Che cosa indica un “Salvage Title”

Tuttavia, il motivo di un “Salvage Title” non deve per forza essere un incidente. In alcuni Stati, le auto vengono contrassegnate come tali anche quando non sono più in condizioni di essere guidate a causa di disastri climatici come inondazioni o uragani. Anche un danno da grandine può portare all’attribuzione di questa indicazione. Un altro motivo è rappresentato dai danni causati da atti vandalici.


💡 L’indicazione del motivo per tale denominazione non è un requisito uniforme negli Stati Uniti. Alcuni stati indicano il motivo, altri no. La convenzione di denominazione varia da Stato a Stato. A volte questi titoli vengono indicati come “Junk-Title”. Anche in questo caso, significa una sola cosa: la riparazione sarebbe antieconomica, l’auto è pronta per la rottamazione. In Stati come Arizona, Florida, Georgia, Illinois, Maryland, Minnesota, New Jersey, New Mexico, New York, Oklahoma e Oregon viene attribuito il “Salvage Title” quando un veicolo viene segnalato come rubato.


Esiste anche la possibilità che l’auto sia stata rubata e ritrovata dopo un certo periodo di tempo. Tuttavia, la compagnia assicurativa ha già gestito il danno e quindi vende il veicolo.

I veicoli con " hanno il proprio mercato. Negli Stati Uniti, vengono acquistati da società specializzate in riciclaggio. Lì, vengono ripristinati. Quelle che in precedenza erano auto da rottamazione devono quindi essere sottoposte ad un controllo di sicurezza tecnico prima che il titolo venga eliminato. Tra gli acquirenti sono inclusi soggetti, che acquistano le auto per smontare i pezzi di ricambio e rivenderli.

Campo libero per i truffatori

A volte in questo business si inseriscono aziende non autorizzate. Per eliminare il “Salvage Title” dai documenti, registrano semplicemente il veicolo in un altro stato americano. Per l’esportazione, la vettura dispone quindi di documenti “puliti”.

Ma non solo i documenti vengono manipolati. I veicoli stessi sono assemblati in modo improvvisato (a volte con parti di veicoli diversi). Questo è ciò che accade nei paesi dell’Europa orientale, come emerge dalle statistiche CARFAX. Negli anni dal 2001 fino ai giorni nostri, 2.147.779 vetture statunitensi usate sono state importate nell’Europa orientale. Di queste, l’82,5% rientrava nella categoria dei veicoli con “Salvage Title”. La Georgia, in particolare, sembra essere diventata negli ultimi anni il paradiso per queste importazioni americane. Le auto vengono rimodernate esternamente e vendute come “offerte” tramite piattaforme di compravendita di auto o tramite concessionari in Europa occidentale. I dati sembrano indicare un calo del fenomeno, ma è probabile che ciò sia dovuto alla pandemia. Anche le importazioni dirette non sono rare.

Un esempio? La Germania: negli ultimi 20 anni, 1.177.078 auto usate sono state importate dagli Stati Uniti, di cui un buon terzo aveva un “Salvage Title”. Coloro che ora pensano che i veicoli con “Salvage Title” importati in Europa siano di marche di seconda scelta rimarranno sorpresi. Ci sono molti marchi tedeschi nella “top list” per l’importazione dagli Stati Uniti. Toyota e Ford occupano i primi due posti in termini di volumi, seguite da BMW. Delle 324.493 auto usate importate, il 74.4% rientrava nella categoria “Salvage Title”. I modelli Mercedes-Benz e Volkswagen si collocano poi al 4° e 5° posto. L’80% delle Audi importate è marchiato con un “Salvage Title”. Una volta immatricolati i veicoli in Germania, ad esempio, è facile venderli in Europa.

Se gli acquirenti non controllano in anticipo il motivo di un Title, potrebbero sperimentare la stessa esperienza della clientela di un concessionario di auto tedesco a Kassel nel 2019. Il quotidiano regionale tedesco “HNA – Hessian Nassauische Allgemeine” ha riportato che l’ufficio del pubblico ministero ha indagato su un proprietario di un concessionario di auto e su suo figlio. Le auto vendute ai clienti “erano a prima vista solo auto di seconda mano prive d’incidenti”, importate dagli Stati Uniti. Chiunque abbia inserito il numero di telaio su siti Web come CARFAX ha scoperto però l’inganno: le auto avevano subito un danno totale. Gli esperti presumono che siano state preparate in Europa orientale prima che il concessionario di Kassel le offrisse per la vendita. I due proprietari sono indagati per 35 capi d’accusa penali, riuniti in un procedimento unico adottato dal dipartimento reati economici. “Inoltre, in questo contesto si contano numerosi ulteriori procedimenti individuali, confermati da un portavoce per l’ufficio del procuratore pubblico”, ha dichiarato il giornale HNA. Il concessionario incassava un deposito non rimborsabile e nel contratto figurava inoltre come intermediario e non come venditore. L’obiettivo era annullare la garanzia.

Le vittime di frode avrebbero potuto risparmiarsi tale danno affidandosi al report CARFAX dell’auto usata. In linea di principio, in caso di occultamento del “Salvage Title” ci sono gli estremi per una condanna per frode. Ecco perché i “Title” sono annotati nella documentazione in tutti gli Stati Uniti.

L’acquisto di un veicolo con “Salvage Title” può essere una buona opportunità

Ma l’acquisto di un’auto con questo titolo non deve essere in linea di principio antieconomico. Se hai un budget limitato ma sufficiente competenza tecnica, il veicolo con “Salvage Title” può essere un’opzione molto vantaggiosa.

Salvage Title - Vantaggi e svantaggi

Dato che un volo per gli Stati Uniti non è l’opzione più fattibile, per una valutazione dell'auto vi suggeriamo di affidarvi ad un esperto neutrale in loco. Il cliente può valutare se il veicolo è un’opportunità o se è da mandare direttamente in rottamazione.

L’esperto può quindi effettuare una stima dei costi per l’eventuale riparazione. In questo modo può emergere anche il motivo della registrazione come veicolo “Salvage Title”. Come l’auto, anche il concessionario deve essere in grado di sostenere un test. Le ricerche su Internet tramite Google Earth o le recensioni sui social media di clienti precedenti possono essere molto utili per questo.

Ciò potrebbe non essere necessario se in precedenza hai richiesto un report CARFAX dell’auto usata e quindi sai già se l’auto rispecchierà quanto l’annuncio promette.

Controlla la targa o il telaio della tua auto senza impegno

Inserisci targa o telaio

CARFAX Europa – CAR FOX

Se controlli prima dell'acquisto, ti risparmierai brutte sorprese.

Controlla la targa o il telaio senza impegno
Visualizza un esempio di report CARFAX